Migliori Amari Italiani: Ecco Quali Sono i 5 Più Richiesti

Qualche periodo fa, se ben ricordate avevamo pubblicato un post riguardante i migliori amari al mondo, oggi ci occuperemo invece dei migliori amari prodotti e richiesti in Italia. Se confrontate entrambe le classifiche, vi accorgerete immediatamente che la maggior parte degli amari classificati sono gli stessi, poichè nonostante la produzione Made in Italy sono molto conosciuti e richiesti in tutto il globo. La Nostra Nazione è molto famosa nel mondo del bere, soprattutto per la produzione di Vini, per gli Aperitivi e soprattutto per i digestivi. Ma ora andiamo avedere come è composta questa classifica e quali sono gli amari Italiani che ne fanno parte.

Ecco i migliori amari italiani, quelli più richiesti e consumati

Amari Italiani: Ecco i Migliori 5 Più Richiesti

Nella Classifica (o per meglio dire la lista) successiva abbiamo raccolto per voi i migliori amari italiani, quelli più richiesti e consumati nel mondo. Di seguito troverete una sorta di scheda tecnica relativa all’amaro in questione dove saranno elencati: Produttori, Regione di produzione, Colore dell’amaro, Gradazione alcolica e il formato della bottiglia più richiesto. Queste caratteristiche vi daranno qualche suggerimento nella scelta dell’amaro che fa al caso vostro.

Cynar

amaro-cynarIl Cynar è uno degli amari migliori in assoluto a base di carciofo e di un’infusione di circa 13 tra piante ed erbe. Il suo inventore fu Angelo Dalle Molle intorno al 1952 e dal 1995 fa parte del gruppo Campari. Questo amaro, vista la sua bassa gradazione alcolica, può essere consumato come Aperitivo o come cocktail miscelato con il Seltz, oppure con la Cola o Acqua tonica. Il suo gusto delicato e dolce amaro lo rendono uno degli amari più amati in assoluto.

Produttore: Gruppo Campari

Colore: Ambrato Scuro

Gradazione Alcolica: 16,5% Vol

Formato Bottiglia: 70 cl

 

Amaro del Capo

storia e produzione amaro del capo digestivo made in calabriaDell’amaro del capo abbiamo già parlato in passato. Si tratta di un amaro Made in Calabria prodotto dalla distilleria Caffo ed è il risultato di diverse erbe ed aromi naturali, la cui crescita è favorita dal clima della Regione del Sud Italia. Con il suo colore scuro ed il suo sapore particolarmente forte, l’amaro del Capo è il digestivo ideale da consumare dopo i pasti. Ricordate sempre di servirlo ghiacciato, cosi si avrà la piena esaltazione degli aromi presenti.

Produttore: Distilleria Caffo

Colore: Scuro

Regione: Calabria

Gradazione Alcolica: 35% Vol

Formato Bottiglia: 70 cl

 

Amaro Lucano

caratteristiche amaro lucano

Altro Amaro Italiano dall’indiscutibile fama è sicuramente l’amaro Lucano. Si tratta di un digestivo inventato da Pasquale vena a Pasticci in Basilicata, il quale ottenne la ricetta finale mescolando diversi tipi di erbe. La sua fama inizia quando i Vena divennero fornitori ufficiali per la Famiglia dei Savoia e da quel momento in poi è stato sempre al Top tra gli amari. Nonostante sia uno degli amari Italiani più antichi, la sua ricetta ancora oggi è segreta.

Produttore: Amaro Lucano SPA

Colore: Caramello Bruno

Regione: Basilicata

Gradazione Alcolica: 28% Vol

Formato Bottiglia: 70 cl

 

Fernet Branca

amaro-fernet-brancaAnche dell’amaro Fernet Branca abbiamo già parlato in passato, dedicandogli un intero post. E’ un liquore di sapore forte composto da diverse erbe e spezie provenienti da tutti i continenti, tra le quali agarico, china, genziana, zedonia, galanga, brionia, arancia amara, curacao, poi zafferano, mirra, in una base di alcool di vite. Anche il Fernet è definito uno dei migliori amari al mondo, anche per le diverse versioni di amaro prodotto, come l’edizione speciale chiamata Branca Menta,

Produttore: Distelleria Fratelli Branca

Colore: Scuro

Regione: Lombardia

Gradazione Alcolica: 38% Vol

Formato Bottiglia: 70 cl

 

Amaro Averna

Storia amaro averna, liquore nato in SiciliaL’ultimo amaro della nostra lista, non per minore importanza, è l’amaro Averna. La sua produzione nasce a Caltanissetta in Sicilia, dove i Fratelli Averna per la prima volta produssero la versione ufficiale della ricetta fino al 2014, anno in cui l’intera Società fu acquistata dal Gruppo Campari. La ricetta originale prevedeva una gradazione alcolica di 34° , ma negli anni 2000, dopo qualche variazione sono diventati 32°. L’amaro è consumato generalmente come digestivo accompagnato da qualche cubetto di ghiaccio, oppure si può consumare a temperatura di Frigorifero.

Produttore: Gruppo Campari

Colore: Caramello Scuro

Regione: Sicilia

Gradazione Alcolica: 29% Vol

Formato Bottiglia: 70 cl

 

One thought to “Migliori Amari Italiani: Ecco Quali Sono i 5 Più Richiesti”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *