Prepara Cocktails https://www.preparacocktails.it Realizza le Ricette dei Migliori Cocktails Wed, 16 Dec 2015 14:36:45 +0000 it-IT hourly 1 http://wordpress.org/?v=4.2.8 Assenzio: Storia, usi, produzione e proprietàhttps://www.preparacocktails.it/assenzio-storie-usi-produzione/ https://www.preparacocktails.it/assenzio-storie-usi-produzione/#comments Wed, 16 Dec 2015 14:36:45 +0000 https://www.preparacocktails.it/?p=1149

L’Assenzio, la “fata verde” (Fee Vert) è stato uno dei principali liquori mondiali, prima di venire bandito per le sue controindicazioni legate alle allucinazioni ed ai problemi causati al fegato. Il principio attivo, il Tujone, presenta una molecola simile a quella del THC presente nella cannabis, ma la quantità non è tale da giustificarne la proibizione. E’ noto a tutti che l’assenzio infuso e distillato mantiene profumi e aromi, ma perde il principio attivo, accusato di provocare pazzia, allucinazioni e dipendenza, per cui il problema reale era strettamente legato alle grandi quantità assunte, altrimenti non si spiegherebbe l’assenza del problema nei prodotti odierni, dove la stessa pianta viene utilizzata.

storia-uso-assenzio

Storia e Uso dell’Assenzio

L’assenzio è protagonista già da moltissimi anni, infatti sono molte le testimonianze che descrivono l’utilizzo frequente e smisurato di questo potente liquore. Hemingway nella sua opera “Per chi suona la campana”, lo fa bere ai protagonisti che si ubriacano prima di andare in battaglia, per affrontare una vera e propria missione suicida. La Spagna aveva una grande tradizione nella distillazione di assenzio, che si è tramandata fino ai giorni nostri, ma l’influenza francese ne ha abbassato notevolmente la qualità, ciò dovuto all’utilizzo dell’anice. Altro personaggio famoso che amava consumare l’assenzio era l’ispettore che indagava su Jack lo Squartatore, lo faceva per avere delle visioni che lo avrebbero aiutato a catturare l’assassino. Figure leggendarie per il consumo di assenzio furono i poeti maledetti come Boudelaire, che si aiutò moltissimo per concludere la sua migliore opera: I fiori del male. La fata verde era anche consumata da noti artisti come Rimbauld e Van Gogh che trovavano ispirazione bevendolo, Edgar Alla Poe, scrittore, che fini distrutto dall’assenzio. A questo liquore sono stati dedicate anche alune opere pittoresche come quelle di Degas e Picasso.

Assenzio ai giorni nostri

Oggi, anche gli artisti moderni si innamorano della fata verde e sono molti che ad oggi producono diverse tipologie di assenzio, come Marylin Manson che produce un liquore con la base di assenzio chiamato Mansinthe. La materia prima è l’artemisia absinthum di cui eiste anche la variante glacialis con cui viene fatto il Genepy, la variante di montagna non contiene il principio allucinogeno. Esistevano in passato non meno di trenta preparazioni con base assenzio, tra cui il campari, i Vermouth e il pastis che venne modificato nella ricetta con l’aggiunta di polvere di liquirizia e anice per ottemperare al divieto dell’utilizzo della radice ed evitare cosi il fallimento dell’azienda. Oggi esistono ancora aziende che producono assenzio in Francia, una di queste è la Liquoristerie de Provence che produce il Verinthè, infuso di botanici con in testa l’assenzio, da bere assolutamente allungato con acqua. Altro marchio storico è la Xenta fondata nel 1906 che produce “La Fee”, la Fata, assenzio di origine francese.Un altro ottimo prodotto è il Moscato all’assenzio dei Poderi Colla, chiamato “Bonme” (arbusto che cresce nelle campagne) e viene considerato l’antenato del Vermouth.

]]>
https://www.preparacocktails.it/assenzio-storie-usi-produzione/feed/ 0
Cocktail French Connection: Ecco la Storia e la Ricettahttps://www.preparacocktails.it/cocktail-french-connection-ecco-la-storia-e-la-ricetta/ https://www.preparacocktails.it/cocktail-french-connection-ecco-la-storia-e-la-ricetta/#comments Tue, 07 Jul 2015 09:56:19 +0000 https://www.preparacocktails.it/?p=1142

La storia che si nasconde dietro la nascita di alcuni Cocktail può risultare strana o a volte anche assurda. Qualche giorno fa abbiamo mostrato tutto sulla storia e la ricetta del cocktail GodMother e del cocktail GodFather, che insieme al French Connection formano la trilogia dei Cocktail Criminali, le cui origini vengono associate ad alcuni personaggi del mondo del crimine. Oggi, vogliamo parlarvi del cocktail French Connection, della sua storia e della sua semplice preparazione. Innanzitutto possiamo dire con certezza che il French Connection è l’ultimo cocktail della Trilogia ad essere stato inventato. La sua nascita risale intorno agli anni 50, quando l’omonima organizzazione criminale francese dominava il mercato della droga, dalla Francia agli Stati Uniti. Come potete notare, gli ingredienti sono il Cognac (Distillato Francese) e l’Amaretto di Saronno (Liquore Italiano), proprio come veniva gestisto il traffico di eroina, infatti i francesi la producevano nei pressi di Marsiglia, e il clan Italo-Americano si occupava di distribuirla su tutto il territorio degli Stati Uniti. Dopo questo breve accenno, andiamo a conoscere quali sono gli ingredienti e le attrezzature da utilizzare per preparare al meglio la ricetta del French Connection.

Storia e Ricetta Cocktail French Connection

Preparazione Cocktail French Connection

Dopo la breve introduzione sulla storia e la nascita del Cocktail French Connection, siamo pronti ad indicarvi tutti gli ingredienti presenti con la giusta attrezzatura da utilizzare per un perfetto processo di preparazione. Di seguito troverete tutte le informazioni necessarie per preparare il vostro personalissimo French Connection.

Ingredienti

  • 3,5 cl Cognac o Brandy
  • 3,5 cl Amaretto di Saronno

Attrezzatura

  • Bicchiere Old Fashioned

Preparazione

La preparazione del cocktail French Connection avviene direttamente nel bicchiere Old Fashioned. Pre prima cosa bisogna aggiungere nel bicchiere qualche cubetto di ghiaccio, dopo ciò bisogna aggiungere il Cognac e l’Amaretto di Saronno in parti uguali. Prima di servire va mescolato il tutto molto delicatamente, affinchè gli ingredienti possano amalgamarsi per bene. Infine servire il French Connection senza nessuna decorazione.

Curiosità

Come già anticipato nei post precedenti, questo cocktail fa parte della trilogia dei Cocktail Criminali, ed è stato l’ultimo in ordine di tempo ad essere inventato.

]]>
https://www.preparacocktails.it/cocktail-french-connection-ecco-la-storia-e-la-ricetta/feed/ 0
Cocktail GodMother: Storia e Preparazionehttps://www.preparacocktails.it/cocktail-godmother-storia-e-preparazione/ https://www.preparacocktails.it/cocktail-godmother-storia-e-preparazione/#comments Thu, 25 Jun 2015 08:23:21 +0000 https://www.preparacocktails.it/?p=1135

Oggi, per gli amanti dei Cocktails e ancor di più della loro storia, parleremo di un drink che ha fatto veramente la storia nel mondo del bere. Si tratta del del cocktail GodMother, che insieme al GodFather ed al French Connection formano la trilogia dei cocktails cosiddetti criminali. Non si hanno notizie ufficiali in merito sulla nascita di questo drink, ma pare che sia dedicato alle donne di mafia che gestivano attivamente i patrimoni in assenza dei loro uomini. Il GodMother è una variante del Godfather in cui il cognac viene sostituito dalla Vodka per renderlo più leggero, più da “donne”. La storia vuole che la prima “donna d’onore” a gestire gli interessi della mafia fu Pupetta Maresca, moglie del Camorrista Pascalone e Nola, che uccise Totonno e Pomigliano perchè lo ritenne responsabile dell’omicidio di suo marito. Altra donna importante nella storia di mafia fu Rosetta Cutolo, sorella di Raffaele, boss indiscusso della Nuova Camorra Organizzata in Campania. Durante l’assenza del fratello, Rosetta prese in mano le redini del clan e lo gesti per parecchio tempo, compiendo omicidi (risultata poi innocente) e gestendo tutti i traffici e gli affari in cui era coinvolto il fratello. Questa è solo una storia, ed effettivamente non sappiamo se questo cocktail sia dedicato a queste donne.

Cocktail GodMother: Storia e Preparazione

Storia e Preparazione Cocktail GodMother

Dopo aver esposto qualche notizia sulla storia del cocktail GodMother, siamo pronti a descrivervi l’intero processo di preparazione di questo ottimo drink. Non preoccupatevi, la sua realizzazione è molto semplice e veloce e non richiede alcun tipo di attrezzatura particolare.

Ingredienti

  • 7 cl Vodka
  • 3 cl Amaretto Di Saronno

Attrezzatura

  • Bicchiere Old Fashioned (Tumbler Basso)
  • Bar Spoon

Preparazione

Questo ottimo cocktail viene preparato direttamente nel bicchiere Old Fashioned o Tumbler Basso, senza utilizzare shaker o altra attrezzatura. Si riempie il bicchiere con qualche cubetto di ghiaccio, subito dopo possiamo versare gli ingredienti nell’ordine descritto in alto. Mescolate delicatamente in modo tale da uniformare gli ingredienti ed ottenere il sapore desiderato. In questo cocktail non è prevista nessuna decorazione.

Curiosità

Sapevate che sostituendo la Vodka con il cognac si ottiene il GodFather?

]]>
https://www.preparacocktails.it/cocktail-godmother-storia-e-preparazione/feed/ 0
Whisky: Ecco i 4 migliori al Mondohttps://www.preparacocktails.it/whisky-migliori-al-mondo/ https://www.preparacocktails.it/whisky-migliori-al-mondo/#comments Thu, 11 Jun 2015 10:34:59 +0000 https://www.preparacocktails.it/?p=1121

Nel mondo del bere vi sono tanti degustatori che amano bere e degustare diversi tipi di alcolici o per lavoro o anche per passione. Proprio ieri ho stilato per voi un classifica contenente i migliori 4 rum al mondo, mentre oggi vi proporrò nuovamente una classifica, ma questa volta dei migliori Whisky più famosi e consumati nel mondo. Come sapete il Whisky si ottiene dalla distillazione di mosti e dalla fermentazione di cereali, principalmente malto d’orzo, granoturco e segale, ma è l’aggiunta di alcuni particolari che lo rende cosi speciale e richiesto. Vediamo ora come è composta la classifica e quali whisky occupano le prime posizioni.

Migliori 4 Whisky al Mondo

Ecco i 4 Migliori Whisky

Di seguito troverete la classifica completa dei migliori whisky al mondo, naturalmente vi consiglio di provarli (anche se sono molto costosi) per poter capire al meglio di cosa si parla. Il nostro consiglio: bevete moderatamente e soprattutto non mettetevi alla guida. Proseguiamo ora con il nostro post.

Yamazaky Sherry Cask 2013

Whisky Yamazaki Sherry Cask

Come potete notare dal nome stesso, il Whisky Yamazaki Sherry Cask viene prodotto nella distilleria più antica del Giappone. Di questo ottimo Whisky sono state prodotte pochissime bottiglie e si trovano solo in negozi di rivenditori autorizzati ad un costo molto elevato. Lo Yamazaki viene prodotto  e maturato in botti di Sherry cosi da attribuirgli una tonalità di bronzo che lo rende unico e particolare. Al gusto presenta diversi aromi fruttati e proprio per queste caratteristiche è stato scelto come il miglior whisky del 2015. Per capire a fondo la bontà di questo whisky, bisogna assaggiarlo ed assaporare ogni aroma sprigionato.

William Larue Weller 2013

William Larue Weller

Altro whisky che occupa una posizione nella nostra classifica è il William Larue Weller. Si tratta di un Whisky prodotto in Kentucky di un mosto di Mais e grano, che lo rendono davvero speciale. Ma ciò che lo ha portato ad essere uno dei migliori whisky al mondo è l’utilizzo di alcune spezie (provenienti dalla quercia) le quali conferiscono degli aromi fruttati che lo rendono dolce e gustoso.

Sazerac Rye 18 Years Old 2013

Whisky Sazerac Rye

 

Il Sazerac Rye 18 years Old viene prodotto negli Stati Uniti d’America con un’abbondante base di segale. Non ha nulla da invidiare ai Whisky descritti in precedenza soprattutto per il suo gusto liscio e delizioso con sentori di menta piperita ed aromi che tendono alla vaniglia ed alla cannella. Vi consigliamo di assaporarlo almeno una volta, anche se il costo non è affatto basso.

Redbreast 21 Years Old

Whisky Redbreast

 

L’ultimo Whisky che andremo a descrivere è l’unico di origine europea, infatti si tratta di un Whisky scozzese. Redbreast 21 Years Old nasce da una combinazione di malto d’orzo non maltato e maturato in una miscela di botti di bourbon. Al palato si presenta untuoso, profondo e vellutato, con sentori di bacche di rovo, mentre il colore è ambrato. L’unica pecca è che per poterlo assaggiare e degustare bisogna spendere un bel pò, visto che una singola bottiglia costa sulle 180,00 €.

]]>
https://www.preparacocktails.it/whisky-migliori-al-mondo/feed/ 0
I Migliori 4 Rum al mondo: Ecco la Classificahttps://www.preparacocktails.it/classifica-migliori-5-rum-mondo/ https://www.preparacocktails.it/classifica-migliori-5-rum-mondo/#comments Wed, 10 Jun 2015 10:04:21 +0000 https://www.preparacocktails.it/?p=1108

Il Rum è un distillato molto famoso ottenuto dalla canna da zucchero che sfibrata e pressata da origini ad un succo zuccherino, che successivamente verrà distillato insieme alla melassa. Esistono diversi tipi di rum, suddivisi per il tipo di produzione, ma soprattutto per la zona in cui viene prodotto, infatti esistono: Rum Giamaicani, Rum Caraibici, Rum Cubani e Rum Asiatici. Nella maggior parte dei casi, questi tipi di rum vengono consumati all’interno di Cocktail per il gusto forte che attribuiscono, ma se si tratta di distillati invecchiati, il mio consiglio è quello di consumarli lisci cosi da assaporarne sapori ed aromi. Se volete conoscere più particolari sulla nascita, la realizzazione e i diversi tipi di questi distillati, vi consiglio di consultare la Storia e la produzione del rum. Ora, dopo questa breve introduzione, andiamo a stilare la classifica con quelli che secondo il mio parere sono i migliori 4 rum al mondo.

I migliori 4 rum al mondo

Ecco i migliori 4 Rum al mondo

In questa classifica (che trovate successivamente) ho selezionato alcuni rum prodotti in diverse parti del mondo che presentano caratteristiche, gradazioni alcoliche e costi diversi tra loro. Ognuno di questi distillati sarà accompagnato da una scheda tecnica che faciliterà la comprensione della composizione e della produzione, ma soprattutto vi aiuterà a scegliere il rum che fa al caso vostro. Ecco quali sono i migliori rum selezionati per voi.

El Dorado

Rum el dorardo

Il rum El Dorado è un distillato dal colore scuro, dal gusto corposo e deciso che presenta sprigiona diversi aromi al momento della degustazione. Viene prodotto nella regione della Guyana dove è presenta la canna da zucchero definita dagli esperti come la migliore al mondo, grazie al paesaggio incontaminato che la ospita. Si tratta in assoluto di uno dei migliori rum al mondo, se non addirittura il migliore.

Produttore: El Dorado

Regione: Demerara (Guyana)

Gradazione Alcolica: 43% Vol.

Formato Bottiglia: 70 cl

Appleton Estate

Rum Appleton Estate

Altro rum che fa parte della nostra classifica è l’Appleton Estate che è una rara miscela di rum invecchiati, adatti a palati fini grazie ai diversi aromi sprigionati derivanti dagli ingredienti della sua produzione. Si tratta di un rum di origine giamaicana che viene prodotto nella valle di Nassau da quasi 250 anni. Grazie all’esperienza acquisita negli anni, l’Appleton Estate è uno dei rum preferiti dai principali degustatori di distillati di questo genere.

Produttore: Appleton Estate

Regione: Valle Nassau (Giamaica)

Gradazione Alcolica: 43% Vol.

Formato Bottiglia: 70 cl

Zacapa  Centenario

rum zacapa centenario

Chi non conosce il Rum Zacapa? Senza dubbio si tratta di uno dei distillati più consumati di sempre. Ha origini caraibiche e viene prodotto nella regione di Zacapa ed è il risultato di una miscela di rum invecchiati che conferiscono diversi aromi ed un sapore intenso ed armonioso attribuito dall’invecchiamento in barili di Cognac.

Produttore: Zacapaneca

Regione: Zacapa

Gradazione Alcolica: 40% Vol.

Formato Bottiglia: 70 cl

Rhum Vieux 15 Ans

Rum Damoiseau

L’ultimo Rum della nostra classifica è il Rhum Vieux 15 ans prodotto nella regione della Guadalupa. Non ha nulla da invidiare ai rum descritti in precedenza soprattutto per il sapore, il colore e la produzione.

Produttore: Damoiseau

Regione: Guadalupa

Gradazione Alcolica: 45% Vol.

Formato Bottiglia: 70 cl

 

]]>
https://www.preparacocktails.it/classifica-migliori-5-rum-mondo/feed/ 0
I 5 Cocktail più famosi della storia: Ecco quali sonohttps://www.preparacocktails.it/cocktail-famosi-storia-quali-sono/ https://www.preparacocktails.it/cocktail-famosi-storia-quali-sono/#comments Wed, 22 Apr 2015 11:28:11 +0000 https://www.preparacocktails.it/?p=1050

Qualche giorno fa, dopo le varie richieste, abbiamo stilato e pubblicato la lista dei cocktail più consumati e richiesti degli ultimi tempi. Oggi, invece ci occuperemo di realizzare una sorta di classifica composta dai cocktail più famosi della storia. Le due classificazioni non differiscono molto l’una dall’altra, anche perchè molti cocktail “di oggi” erano molto consumati anche in passato. Dopo varie ricerche e varie verifiche, siamo riusciti a realizzare un piccola classifica contenente quelli che secondo le statistiche sono i 5 cocktail più famosi della storia.

Cocktail Più Famosi Della Storia

Cocktail più famosi della Storia

Siete pronti per conoscere l’intera lista dei cocktail più famosi della storia? Di seguito potete trovare qualche accenno sulla storia, sugli ingredienti e la preparazione delle ricette dei cocktail più famosi di sempre. Quali sono? Eccoli tutti per voi!

Ecco i Cocktail Più Famosi

Vesper Martini: Questo cocktail è molto famoso soprattutto perchè veniva consumato dall’agente speciale 007 nella saga di Casinò Royale e su questo cocktail James Bond diceva: “Il Vesper non va mescolato ma agitato“. I suoi ingredienti principali sono Gin, Vodka e Lillet Blanc e se volete realizzarlo alla perfezione vi consigliamo di leggere il post sulla Preparazione della ricetta del Vesper Martini.

Cosmopolitan: Questo è un altro cocktail che deve la sua fama alla serie televisiva “Sex and the city“, in cui le protagoniste non facevano altro che consumare questo ottimo drink. La sua composizione prevede l’utilizzo di Vodka, Succo di Limone, Triple Sec e Succo di mirtillo, ideale da consumare anche come aperitivo. Se avete intenzione di prepararne uno, potete consultare la Preparazione della ricetta del cosmopolitan.

Old Fashioned: In questo caso parliamo di un cocktail classico la cui ricetta fa parte dei drink codificati IBA. Il nome che gli è stato assegnato deriva dal bicchiere in cui viene servito, appunto Old Fashioned o meglio conosciuto come Tumbler. Ecco per voi la preparazione della ricetta del cocktail Old fashioned.

Manhattan: Senza dubbio uno dei cocktail più consumati della storia, sia come aperitivo che come digestivo. La sua fama è dovuta soprattutto per la presenza nel film interpretato da Marilyn Monroe “A qualcuno piace caldo“, in cui il Manhattan viene preparato direttamente in una bottiglia. Per saperne di più leggete tutto sulla preparazione del cocktail Manhattan.

Margarita: L’ultimo drink della nostra lista è il cocktail Margarita che è molto popolare proprio come il Vesper Martini. Si tratta di un cocktail After dinner (da consumare dopo cena) formato da: Tequila, Triple sec e succo di limone. Anche in questo caso potete consultare l’intera preparazione del cocktail Margarita.

 

]]>
https://www.preparacocktails.it/cocktail-famosi-storia-quali-sono/feed/ 0
Ricetta Sangria: Ecco come prepararlahttps://www.preparacocktails.it/ricetta-sangria-come-prepararla/ https://www.preparacocktails.it/ricetta-sangria-come-prepararla/#comments Tue, 21 Apr 2015 09:59:45 +0000 https://www.preparacocktails.it/?p=1038

Conoscete la bevanda alla frutta denominata Sangria? La Sangria è una miscela di chiare origini spagnole a base di vino, frutta e anche di spezie che rendono il suo gusto unico e particolare. Come per la maggior parte dei cocktail, anche la Sangria racchiude una breve storia legata alla sua nascita ed al suo consumo. Non si hanno notizie ufficiali, ma pare che questo composto alcolico venisse servito e consumato dai contadini portoghesi che ne fecero una vera e propria cultura. Il nome Sangria deriva letteralmente dalla parola portoghese “Sangre“, colore del sangue, proprio per la tonalità attribuita dall’utilizzo del vino rosso. In particolare, la ricetta della Sangria è composta da vino rosso, frutta (pesche, arance o altro, sempre secondo i gusti di chi la prepara), spezie (chiodi di garofano), zucchero, cannella, seltz o gassosa. Un’importante fase durante la preparazione della ricetta (da non trascurare) è la macerazione della frutta e di tutti gli ingredienti per un periodo di circa 6 ore, questo rende la Sangria davvero gustosa e saporita. Ma ora andiamo a vedere tutto ciò che ci serve per preparare la ricetta della Sangria.

Ricetta Sangria

Preparare la Ricetta della Sangria

Dopo avervi dato un pò di informazioni sulla sua nascita e sulle sue origini, siamo pronti a mostrarvi tutti gli ingredienti, l’attrezzatura e l’intero processo di preparazione per realizzare nel migliore dei modi la ricetta della nostra Sangria. Siete pronti? Ecco l’intera ricetta della Sangria nella sua versione classica.

Ingredienti

  • 1 Bottiglia Vino Rosso con Alta Gradazione Alcolica
  • 3 Pesche Gialle
  • 1/2 Limone
  • 1 Arancia
  • Chiodi di Garofano
  • 1 Bicchierino Rum o Brandy
  • 3 Cucchiaini di Zucchero
  • Pezzetti di scorza di Cannella
  • 1 Bottiglia di Seltz o Gassosa

Attrezzatura

  • Brocca Capiente
  • Calice

Preparazione

Per prima cosa bisogna tagliare le pesche a pezzettini sottili e metterli in una brocca. Successivamente possiamo aggiungere l’arancia e il limone (sempre tagliati finemente), dopodichè possiamo procedere con l’aggiunta della cannella, dello zucchero, dei chiodi di garofano e del bicchierino di rum o di brandy. arrivati a questo punto, non ci resta che mescolare il tutto e aggiungere la bottiglia di vino rosso. Dopo aver realizzato questa parte di ricetta, dobbiamo lasciare la Sangria a macerare per circa 6 ore, e prima di essere servita aggiungiamo la bottiglia di selz o gassosa e qualche cubetto di ghiaccio.

Decorazione

  • Cannuccia
  • Pezzi di frutta

Curiosità

Esiste anche una variante della Sangria classica, infatti sostituendo il vino rosso con un vino bianco o con un vino spumante si otterrà la Sangria Bianca, molto consumata ed apprezzata nei paesi della Catalogna.

 

]]>
https://www.preparacocktails.it/ricetta-sangria-come-prepararla/feed/ 0
I Cocktails più Consumati: Ecco quali sonohttps://www.preparacocktails.it/cocktails-piu-consumati-ecco-quali-sono/ https://www.preparacocktails.it/cocktails-piu-consumati-ecco-quali-sono/#comments Mon, 20 Apr 2015 11:32:36 +0000 https://www.preparacocktails.it/?p=1027

Navigando e cercando per il Web abbiamo notato che sono parecchie le ricerche degli utenti su quali siano i cocktail più consumati e richiesti negli ultimi periodi. E’ molto difficile riuscire a capire quali cocktail hanno preso il sopravvento, ma leggendo un bel pò di statistiche, siamo riusciti a stilare una breve lista contenente i cocktails più in voga negli ultimi anni. Di drink ve ne sono davvero tanti, e ognuno a suo modo ha riscosso un pò di successo nel mondo del bere, per cui nei cocktails elencati e descritti in seguito potete trovarne alcuni per voi totalmente sconosciuti, ma ciò non vuol dire che non abbiano ottenuto successo all’estero e che quindi non risultino tra i cocktails più consumati di oggi. Ora andremo nel dettaglio e vi elencheremo i principali cocktails più consumati nel mondo: Ecco quali sono.

Cocktail più Consumati

Ecco l’Elenco dei Cocktails più Consumati

Come già anticipato in precedenza, è arrivato il momento di stilare la nostra corposa lista contenente i cocktail più apprezzati dell’ultimo periodo. Al suo interno troverete drink di diverse categorie, come aperitivi, long drink e short drink. Siete pronti per conoscere a fondo questi cocktails?

Cocktails Più Consumati e Richiesti

Amaretto Sour: Si tratta di un cocktail di chiare origini Americane, molto richiesto e consumato nei paesi d’Oltre Oceano. La sua ricetta prevede l’utilizzo dell’Amaretto e del succo di limone.

Caipirinha: Questo drink è una miscela di Cachaça, zucchero semolato (bianco) e succo di lime, ideale da consumare nelle serate calde d’estate per il suo sapore fresco e rinfrescante. Se volete ancora più informazioni, potete consultare l’intera preparazione del cocktail Caipirinha.

Adios Motherfucker: Conosciuto anche con il nome di Blue Motorcycle, questo cocktail è una miscela abbastanza forte formata da Kahlua e Tequila che può essere alleggerita aggiungendo della sprite o della 7up, tutto sempre secondi i propri gusti personali.

Pina Colada: Altro cocktail molto famoso e molto consumato ottenuto dalla miscela di rum bianco, latte di cocco e succo d’ananas, ideale per chi ama il gusto fruttato. Per saperne di più, potete leggere come preparare il cocktail Pina colada.

Bloody Mary: Si tratta di un cocktail un pò particolare per via degli ingredienti “Strani” che lo compongono. Infatti questo drink è formato da: succo di pomodoro, Vodka, salsa Worcester, Tabasco e succo di limone e può essere consumato come aperitivo. Vuoi saperne di più su questo Cocktails? Ecco l’intera preparazione del cocktail Bloody Mary.

Spritz: Chi non lo conosce? E’ un aperitivo di origine italiana che ha riscosso un notevole successo grazie anche alla sua bassa gradazione alcolica. La sua miscela è composta da Prosecco, Aperol e Soda, ma si può rendere un pò più aspro aggiungendo del Gin. Volete conoscere l’intera ricetta e le sue varianti? Ecco per voi la Ricetta dell’Aperol Spritz.

Americano: Sicuramente è uno dei long drink più consumati e bevuti in assoluto. La ricetta del Cocktail Americano è composta da Vermouth, Campari e Soda (o Seltz), ma esiste anche una variante, in cui al posto della soda viene aggiunto del Gin e si otterrà cosi un ottimo Cocktail Negroni.

Gin Tonic: E’ ancora uno dei più consumati al mondo? Pare proprio di si, infatti dalla sua nascita questo semplice cocktail è stato sempre consumato costantemente. E’ composto semplicemente da Gin e acqua tonica. Cosa volete di più semplice?

Negroni Sbagliato: E’ una variante del Negroni, ed è una delle poche ad aver riscosso tantissimo successo. Nella ricetta originale del Negroni, il Gin viene sostituito con lo spumante Brut, in modo da ridurre notevolmente la gradazione alcolica e renderlo più gustoso al palato. Volete conoscere in modo completo questa variante? Ecco la preparazione del cocktail Negroni Sbagliato.

Martini: Senza dubbio si tratta di uno dei cocktail più amati di sempre per la sua eleganza e per il suo gusto forte e deciso. I suoi ingredienti principali sono il Gin ed il Vermouth Dry che lo rondono davvero unico e particolare. Vuoi saperne di più? Leggi come Preparare un Cocktail Martini.

 

]]>
https://www.preparacocktails.it/cocktails-piu-consumati-ecco-quali-sono/feed/ 0
Ricetta Ponce: Suggerimenti e Preparazionehttps://www.preparacocktails.it/ricetta-ponce-suggerimenti-preparazione/ https://www.preparacocktails.it/ricetta-ponce-suggerimenti-preparazione/#comments Fri, 03 Apr 2015 10:09:34 +0000 https://www.preparacocktails.it/?p=1002

Esistono numerose varianti di questo ineguagliabile Long Drink. Il Ponce si presta perfettamente ad ogni tipo di evento e di stagione. I Ponce freddi, ottimi per le feste estive all’aperto, di solito contengono succhi di frutta, alcolici e/0 vino, ma niente è meglio di un Punch Caldo. Vediamo insieme alcuni suggerimenti di base per ottenere un ottimo Ponce sia freddo che caldo.

Ricetta e Preparazione Ponce

Ponce: Suggerimenti di Base

  • Programmate circa due porzioni da 15 cl a testa
  • Servite il Ponce bollente in un recipiente di terracotta o in una zuppiera.
  • Accertatevi prima di servire che i vostri bicchieri da ponce siano adatti a bevande calde. Oppure servite il ponce bollente in tazze alte.
  • Scaldate i bicchieri e le tazze da Ponce immergendoli in acqua calda
  • Mettete nel congelatore gli ingredienti per il Ponce freddo (tranne le aggiunte gassate) diverse ore prima di prepararlo.
  • Non usate mai i cubetti di ghiaccio per il ponce: si sciolgono troppo in fretta. Congelate il succo di frutta in un unico blocco, tipo mattonella di gelato, oppure in una forma da budino e rovesciatelo nella ciotola del ponce.
  • Invece di preparare il ponce in un’unica soluzione, potreste approntarlo in tante “porzioni” più piccole: il ponce resterà freddo più a lungo e gli ingredienti frizzanti conserveranno meglio la loro effervescenza.
  • Abbiate pronta anche una versione analcolica del vostro ponce per ospiti non bevitori.
  • Anche se non è indispensabile utilizzare alcolici di primissima qualità per il vostro ponce, sarebbe meglio aggiungere liquori che non disdignereste di bere in un cocktail normale.
  • Gli ingredienti frizzanti vanno aggiunti per ultimi.

Dopo avervi dato alcuni suggerimenti, siamo pronti a mostrarvi una piccola ricetta con il Ponce: Il Ponce all’Albicocca con le bollicine.

Ricetta Ponce Albicocca e Bollicine

Dopo avervi dato alcuni suggerimenti, siamo pronti a mostrarvi una piccola ricetta con il Ponce: Il Ponce all’Albicocca con le bollicine compresa di ingredienti e grammature.

Ingredienti

  • 1 Litro e 1/2 di succo di frutta all’albicocca
  • 1 Lattina da 33 cl di succo d’arancia concentrato surgelato
  • 1 confezione da 20 cl di succo di limone concentrato surgelato (senza zuccheri)
  • 1/2 litro di succo d’ananas
  • 1 Bottiglia da 75 cl di vino bianco, preferibilmente Sauterne
  • 1 Bottiglia da 75 cl di Rum light
  • 2 Bottiglie da 2 litri ciascuna di bibita gassata al limone/lime

Preparazione Ricetta Ponce Albicocca

Fare scongelare i succhi di frutta surgelati e quindi mescolare tutti gli ingredienti con il ghiaccio in una ciotola da Ponce. Aggiungere le bibite gassate appena prima di servire. Decorare con fettine di frutta, ciliege e fragole.

Ricetta Ponce Caldo Speziato Ai Mirtilli

Come avete potuto notare, poco prima vi abbiamo mostrato l’intera ricetta e la preparazione di un Ponce freddo, in particolare, abbiamo spiegato la preparazione del ponce all’albicocca con bollicine, ora invece, andremo a descrivervi la ricetta del Ponce Caldo speziato con mirtilli.

Ingredienti

  • 150 g di Zucchero scuro molto compatto
  • Un pizzico di sale
  • Un pizzico di noce moscata
  • 1/2 Cucchiaino di pepe
  • 1/2 cucchiaino di cannella in polvere
  • Qualche chiodo di garofano
  • 2 vasetti di gelatina al mirtillo
  • 1 Litro di succo d’ananas
  • 1/2 litro di Rum Light

Preparazione Ricetta Ponche Caldo Speziato ai Mirtilli

Portare a ebollizione lo zucchero con un quarto di litro di acqua, il sale e le spezie. Schiacciare con una forchetta la gelatina di mirtilli, aggiungervi 75 cl di acqua e battere la mistura con la frusta o lo sbattitore elettrico fino a ottenere un composto liscio e omogeneo. Aggiungerlo, insieme al succo d’ananas, allo sciroppo speziato caldo e portare a ebollizione. Aggiungere il rum. Servire bollente, con bastoncini di cannella per mescolarlo.

]]>
https://www.preparacocktails.it/ricetta-ponce-suggerimenti-preparazione/feed/ 0
Highball Cocktail: Ricette delle migliori variantihttps://www.preparacocktails.it/highball-cocktail-ricette-varianti/ https://www.preparacocktails.it/highball-cocktail-ricette-varianti/#comments Wed, 01 Apr 2015 13:42:46 +0000 https://www.preparacocktails.it/?p=996

Il termine Highball racchiude in se un’intera famiglia di cocktail, soprattutto Long Drink. Gli Highball sono drink rinfrescanti, facili da preparare e si prestano ad innumerevoli varianti. Sono composti da una base alcolica alla quale si va ad aggiungere il Filler, cioè la soda o altre bevande gassare come Tonica, Ginger Ale, Seltz o Cola. Solitamente per il servizio degli Highball si consiglia di abbinare la bottiglietta della bevanda analcolica a parte, in questo modo il cliente può dosare a proprio piacimento la quantità di bibita, questo accade con cocktail come Rum e Coca, Gin Tonic e Gin Lemon. Altri Highball sono invece considerati “Cocktails Finiti“, questo perchè è il barman che completa il drink, come succede in cocktails come il Cuba Libre, il Mojito oppure il Gin Fizz.

Ricette Cocktail Highball Varianti

Highball Cocktail: Ecco le ricette

Il termine Highball, secondo l’Online Etymology Dictionary, si diffuse dal 1898 e nasce probabilmente dall’unione di due parole, High, indica che la bevanda viene servita in un bicchiere alto e Ball, che sta a significare “Bere del Whisky“. Sono molti gli Highball esistenti, vediamo insieme alcuni tra i più in voga.

Gin Buck

Gin e Ginger Ale con uno spruzzo di succo di limone appena spremuto. Guarnite con uno Squeeze (Spicchio) di limone.

Gin And Tonic

Gin e Acqua Tonica. Guarnite con uno squeeze di lime. Sempre molto richiesto nelle colonie  britanniche dal clima tropicale, perchè si pensava che il Chinino contenuto nell’acqua tonica aiutasse a prevenire la malaria.

Highland Cooler

1/2 cucchiaio di zucchero a velo, 6 cl di scotch e bibita gassata. In un tumbler alto ghiacciato, sciogliere lo zucchero a velo in un pò di seltz o ginger ale. Aggiungere lo scotch e versare il resto delle bevanda gassata. Guarnire con una Twist (Spirale) di arancia.

Horse’s Neck

Whisky Blended e ginger Ale. Guarnite con una Twist di scorza di limone. Vedi come preparare la ricetta del cocktail Horse’s Neck.

Rum e Coca

Guarnite con uno squeeze di lime per un effetto Brezza tropicale.

Scotch e Soda

Guarnitelo sempre con una Twist di scorza di limone.

7&7

Whisky Blended Seagram 7 con Seven-Up.

Stone Fence

Scotch, Seltz e uno spruzzo di Angostura.

Curiosità Highball Cocktail

Si pensa che il primo Highball miscelato sia stato il Whisky e Soda, ma tra i più famosi troviamo sicuramente il Gin Tonic ed il Cuba Libre.

 

]]>
https://www.preparacocktails.it/highball-cocktail-ricette-varianti/feed/ 0