Champagne: Ecco come viene Prodotto il Miglior Spumante al Mondo

Lo champagne è un vino spumante reso tale con una seconda fermentazione in bottiglia, questa operazione prende il nome di Metodo Champenoise. Sulle etichette è facile trovare la dicitura Appellation Controllée, che indica le regioni di origine, i vitigni, il sistema di coltivazione ed il metodo di elaborazione. Generalmente, il sottosuolo delle regioni che producono lo Champagne è di origine calcarea, il suolo argilloso e soprattutto siliceo, questo consente al vitigno di avere la giusta umidità. I vitigni che danno vita allo champagne sono principalmente 3: due producono uve nere e sono il Pinot Noir e il Pinot Meunier, il terzo produce uva a pellicola bianca ed è lo Chardonnay. Da queste uve si ottiene il cosiddetto Mosto Fiore, tecnicamente Cru. Vediamo ora quali sono le principali fasi per la produzione dello Champagne.

Champagne: Come Viene prodotto

Champagne: Ecco le Fasi della Produzione

Essenzialmente la produzione classica dello Champagne prevede alcune fasi inscindibili fra loro, che sono necessarie per realizzare al meglio uno dei  migliori aperitivi o base di cocktail esistenti oggi. Ecco i principali processi da eseguire.

Cuvée

In questa fase abbiamo la cosiddetta Cuvée, cioè la prima fermentazione tumultuosa, gli  zuccheri si trasformano in alcol e anidride carbonica e le scorie si depositano.

Assemblage

A Gennaio, a fermentazione avvenuta si fa il primo travaso, L’assemblage cioè si uniscono tutti i vini provenienti dal medesimo Cru, in seguito si fa il primo taglio dove si aggiungono dei vini invecchiati, questo lavoro di grande abilità fatto da esperti tecnici è molto importante perchè da questo dipende il successo dell’annata.

Cuvée De Triage

In primavera, finiti i travasi e la seconda fermentazione che serve ad abbassare l’acidità, si fa la Cuvée de Triage operazione in cui vengono aggiunti zuccheri di canna e vengono preparati i mosti per l’imbottigliamento e si effettua una tappatura provvisoria, le bottiglie vengono quindi messe a dimora sulle Pupittre, una particolare scaffalatura dove le bottiglie vengono messe a riposare a testa in giù, questo per far si che i residui (Scorie) si depositano sul tappo provvisorio. Periodicamente, i mastri cantinieri procedono con il processo di scuotimento in senso rotatorio.

Dégorgement

Dopo l’operazione di conservazione, si procede con un’altra fase chiamata Dégorgement, qui i tecnici prendono le bottiglie e immergono il collo in una soluzione chimica che permette al tappo provvisorio di ghiacciare e di essere espulso eliminando cosi i residui depositati. Avvenuto questo importante processo, i tecnici provvedono a rimboccare la bottiglia con il Liquer de Spedition, miscela che ogni azienda produttrice crea in segreto. Si arriva cosi all’ultima fase dove lo Champagne viene sigillato con il tappo definitivo.

Lo champagne è da sempre uno dei migliori aperitivi, servito in occasioni importanti ed è anche la base di molti cocktail come ad esempio il classico Champagne Cocktail.

5 thoughts to “Champagne: Ecco come viene Prodotto il Miglior Spumante al Mondo”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *